La memoria del web

03 giugno 2019 internettopoli

Siamo così abituati a vivere il presente, così caotico e stordente, che non ci soffermiamo mai a pensare al tempo passato. A volte è proprio la nostra presenza sulla rete, eterea eppure solida come roccia, a sbatterci in faccia un’amarezza inaspettata.

Ho diversi account email, alcuni ormai semi-abbandonati, altri che uso solo per iscrivermi a forum o mailing-list. Quello di Yahoo è proprio uno di questi ultimi. Qualche giorno fa, un po’ per noia e un po’ per curiosità, ho fatto login in questo account per vedere come fosse diventata la webmail di Yahoo. Come saluto al figliol prodigo che ritorna, il server mi ha ricordato di verificare i miei dati per il recupero in caso di smarrimento password.

Yahoo

Veramente è passato tutto questo tempo? In un attimo, facendo un calcolo, mi sono ricordato dove ero allora, cosa facevo, chi ero. Ma soprattutto mi sono ricordato cosa volevo fare, cosa speravo, quante cose non immaginavo potessero capitarmi e quante altre sfuggirmi… Ed è bastata una stupidaggine così a farmi sprofondare in un senso di malinconia che altrimenti avrei provato solo guardando vecchie foto in bianco e nero di un mondo che sembrava immortale e che adesso non c’è più.

Internet può essere cattiva, con la sua indifferenza.